Le principali novità in PowerBuilder

IDE più produttivo

  • Code Editor con i tabL'IDE di PowerBuilder ha adesso una nuova interfaccia con i tab, per fornire maggiore superficie sullo schermo e per facilitare il lavoro con oggetti multipli.
  • "Salta" agli Oggetti – Seleziona una object reference all'interno di qualsiasi dichiarazione o segmento di codice, e "salta" ("jump") alla classe di oggetti referenziata (tramite il relativo painter).
  • Ricerca veloce del codice – Vai al relativo script utilizzando "espressioni" di ricerca dalla finestra di dialogo di ricerca nel system tree. Il filtering è stato inserito in vari object painters come ad esempio i dialoghi SaveAs e Select Tables.

Web Security rafforzata

  • Autenticazione TLS 2-Way – Sia il server che il client possono autenticarsi l'un l'altro, permettendo connessioni ai soli utenti autorizzati. L'autenticazione TLS 2-Way è supportata per tutte le richieste HTTP, incluse la richiesta di security token e la chiamata di Web API REST.
  • Aggiornamento del protocollo HTTP – I più recenti protocolli HTTP/2 e TLS 1.3 offrono na sicurezza ed una velocità migliorata. Questi protocolli sono supportati per tutte le richieste HTTP, incluse la richiesta di security token e la chiamata di Web API REST.
two-way-authentication

UI Themes potenziati

L'implementazione degli UI Themes è più efficiente ed offre un maggior controllo per la personalizzazione dell'UI della tua applicazione.

  • Ereditarietà – Lo stile della finestra/user object base si applicherà automaticamente a tutte le finestre/user object senza ulteriori necessità di definizione di stile.
  • Applica lo stile ai controlli in gruppo – Puoi applicare automaticamente un unico stile alla stessa tipologia di controlli in un user object.

Supporto ai nuovi OS e database

  • OS – L'IDE ed il runtime di PowerBuilder adesso supportano Windows 11 (e anche Windows 10).
  • Database – Gli utenti SQL Server possono aggiornare al nuovo driver OLE DB versione 19, gli utenti Oracle possono aggiornare ad Oracle 21c, ed è stato aggiunto anche il supporto ad Informix 14.

Le principali novità in PowerServer

Deployment semplificato

  • Deployment semplificato – Il Cloud App Launcher è stato potenziato per rendere più semplice il processo di deployment del client. E' stato ottimizzato per l'installazione e l'attività in configurazioni high-security, inclusi account non-administratore, impostazioni ad elevato UAC, e in presenza della maggioranza dei software anti-virus. Inoltre è più intuitivo per gli utenti finali installare una Cloud app.
  • Deployment Profile potenziato – Il Deployment Profile è stato semplificato per il deployment locale. Con la necessità di meno configurazioni, adesso puoi installare facilmente la tua app sulla tua macchina locale.
  • UFA Report potenziato – L'UFA report è stato migliorato in maniera che possa identificare un numero maggiore di funzionalità non supportate e di discrepanze di conversione.

Debugging integrato

E' stato integrato nell'IDE di PowerBuilder un nuovo debugger progettato specificamente per i progetti PowerServer. Permette di identificare problematiche specifiche dei progetti PowerServer, come valori non conrretti restituiti dal layer delle Web API. Supporta importanti funzionalità di debug quali l'impostazione dei breakpoint, lo stepping nell'applicazione, l'uso di un DEBUG preprocessor symbol, e l'accesso al debugger quando si verificano eccezioni.

Performance migliorate

  • Dimensioni dei dati minimizzate – I dati trasferiti tra l'app client ed il server verranno compressi utilizzando la compressione Brotli compression (disponibile nella GA, non nella Beta).
  • JSON Processing velocizzato – Adozione di una nuova libreria JSON per più veloci parsing e generazione JSON lato server.
  • Miglioramenti di performance .NET 6 – Numerosi miglioramenti di performance sono stati implementati in .NET 6: pubblica la tua app su .NET 6 per trarne beneficio.

Nuovi OS e .NET

  • OS – La client app può essere installata anche su Windows 11, e PowerServer API può essere installato sia su Windows 11 che su Windows Server 2022. 
  • .NET – PowerServer API supporta adesso .NET 6, che è compatibile sia con Windows che con Linux server.

Vuoi saperne di più su come pubblicare la tua app nel Cloud?